Archivi tag: IDM

FACE3 | Final event

Interreg Italy-Austria FACEcamp project has offered a training course aimed at increasing the know-how of companies and freelance professionals operating in the field of complex technological building façades. The course aimed to transfer to freelance professionals and technical staff of construction companies, concepts and innovative methods in the sector of complex technological façades. The educational program had a complete structure regarding the covered topics, to provide innovative concepts, tools and methods, while stimulating the growth of local skills in the construction sector, increasingly subject to environmental and energy regulations.

The course was divided into 6 units, for a total of 15 days. It was characterized by a strong orientation to practice with the participation of experienced speakers, well-known for their skills in the field. All contents have been conceived and designed to address the main themes of concept, design, calculation, production, installation and maintenance of complex building facades. A study trip to Milan was organized to closely analyse significant examples of technological innovation in the field of façades.

We are inviting you to the final event with public presentations of the results, that will take place on Thursday, December 6th, h 10-17 at NOI Techpark, Bolzano (Italy). You can download the full program here.

Target group
Companies, architects, engineers, developers, owners, research centres.

Continuous Educational Units (CEUs)
Participation is valid for 5 CFP for architects, 4 CFP for periti industriali, 3 CFP for engineers.

Fee
Participation is free, upon registration here. Places are limited.

Event in English language without translation.


Program

10:00  Registration

10:30  Introduction. IDM Alto Adige – Südtirol, Ecosystem Construction

Façade design and construction. The hot spots.
Angelo Lucchini, full professor at Politecnico of Milan, ABC Department

The future of façades. The industry’s perspective.
Paolo Rigone, UNICMI, Technical Manager

FACE 3rd edition. Façade physics, technology, operations. The Project Works of the 3rd edition of the course:

11:00  The effect of dynamic selective shading devices and their potential in Northern Europe.
Jaap Aanhaanen, Cowi, responsible for facade projects

11:15  Self-sufficient Window system.
Giovanni Toniato, Eurofinestra, product developer

11:30  Energy retrofitting of two building typologies: apartment block and   individual house under conservation measures.
Jernej Markelj, AaJM+, freelance architect

11:45  Climate-adaptive building’s façade: digital workflow for façade construction.
Angelo Figliola, Unicam SAAD, architect and researcher

12:00  BIM for glazed facades production and installation phase.
Audrius Lukosius, Fasadglas Bäcklin, façade design manager

12:15  Desktop study of timber unitised curtain wall fire performance for high rise tower application.
Alessandro Massarotto, C&S Facades, cladding bid manager

12:30  A façade integrated, heat recovery, nearly passive ventilation unit.
Zuzana Prochazkova, Pich Architects, architect & R+D manager

12:45  BIM, BEM and AVA for solar shading system.
Reinhard Trojer, HELLA, technical department

13:00  Lunch break

14:00  New Tech Façade (NTF).
Federico Dal Cin, Studio FDC, owner & building envelope specialist

14:15  A design proposal for a building integrated solar thermal vertical collector   (BIST) working as a dynamic self-activated shading device.
Giulia Santoro, Arup Italia, façade engineer

14:30  Decision-making tool -optic (glazing) component for ME-climatic condition.
Aya Alayan, Navitas, façade engineer

14:45  One single model: structural glazing analysis for complex shape structures.
Marco Benedetti, Maffeis Engineering, façade and structural engineer

15:00  LCA Façade Configurator.
Matteo Giovanardi, Ai Group, freelance architect and energy modeler

15:15  Adaptive glaze façade for an office building in Rome.
Ornella Ferlito, Manens-Tifs, building physics specialist

15:30  Case study to create a company procedure of development and innovation on technical details.
Michele Realis Luc, Zanetti, project manager

15:45  Dependency of energy loads and operational costs of a typical office room on façade design choices.
Paolo Bonato, EURAC research, junior researcher

16:00  Jury final evaluation

16:30  Closing
Final certificates. Best Project Work special mention. Closing remarks.


funded by European Regional Development Fund and Interreg V-A Italy-Austria 2014-2020
finanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale e Interreg V-A Italia-Austria 2014-2020
gefördert durch den Europäischen Fonds für regionale Entwicklung und Interreg V-A Italien-Österreich 2014-2020

Come ti facilito il facility (management).

District and Facility Management, il corso di IDM.

Il Facility Manager in Italia non è ancora molto diffuso, ma l’Alto Adige è all’avanguardia: è infatti la prima provincia in cui pubblico e privato, coordinati da IDM Alto Adige – Südtirol, hanno collaborato per pubblicare delle Linee Guida e organizzare un corso che inizierà a maggio.
“Vogliamo ridurre i costi generati dai 598 edifici che amministriamo come Provincia imparando a gestirli in modo più strategico e sistematico”, afferma il presidente della Provincia Autonoma di Bolzano Arno Kompatscher, che continua: “È per questo che stiamo puntando sul Facility Management, che ci permetterebbe risparmiare fino al 30%; le iniziative di IDM sono un supporto per farci raggiungere questo obiettivo”.

Il Facility Management, infatti, permette di sistematizzare la gestione di terreni, impianti, infrastrutture e aspetti commerciali di un immobile e di valutarne l’efficienza. Per pianificare come introdurre a livello provinciale questa metodologia, l’Ecosystem Constructions di IDM ha riunito nel Gruppo di Lavoro “District & Facility Management” enti di ricerca come Eurac Research e Fraunhofer Italia, diverse imprese, l’Agenzia Casa Clima, l’Azienda Sanitaria dell’Alto Adige e l’Ufficio manutenzione opere edili della Provincia [ANSA].

Eurac Research e l’Ecosystem Constructions di IDM propongono un percorso formativo che mira ad accrescere il know-how di aziende e liberi professionisti operanti nel settore del facility management. Il corso intende trasferire a liberi professionisti e personale tecnico di aziende concetti e metodi innovativi relativamente al settore del facility management. Il percorso didattico presenta una struttura completa per quanto riguarda gli argomenti trattati, in modo da fornire concetti, strumenti e metodi innovativi, nonché il necessario approfondimento sulle norme tecniche del settore.

L’obiettivo è stimolare l’aumento di competenze in un settore, quello delle costruzioni, sempre più soggetto a regolamentazioni di natura gestionale degli edifici. Oltre accrescere il know-how specifico di aziende e liberi professionisti operanti nel settore e si cerca di costruire una rete di operatori tecnici e soggetti specializzati che possano porsi sul mercato con qualità e competenza, rispondendo in maniera efficace alle richieste di mercato. Lo scopo è quindi quello di formare una figura professionale specializzata che sia in grado di padroneggiare le conoscenze tecniche e gestionali per sfruttare al massimo le potenzialità del patrimonio edilizio, partendo dalla progettazione e finendo con la corretta esecuzione e gestione.

Foto: Gensler

DATE DEL CORSO
17.05-18.05.2018
07.06-08.06.2018
04.10-05.10.2018
25.10-26.10.2018

STRUTTURA

  • Unità 01 Introduzione al Facility Managment – Strumenti Gestionali
  • Unità 02 Diagnosi e diagnostica – Gestione quotidiana dell‘immobile
  • Unità 03 Normativa e certificazione
  • Unità 04 Finalizzazione project work e presentazione finale

DOCENTI

  • Daniele Antonucci (EURAC research)
  • Carlo Battisti (IDM Südtirol – Alto Adige)
  • Marco Castagna (EURAC research)
  • Maurizio Costantini (Università degli Studi di Trento)
  • Mario Dejaco (Politecnico di Milano)
  • Stefano Nardon (Agenzia CasaClima)
  • Roberta Pernetti (EURAC research)
  • Marco Piovano (Fraunhofer Italia)
  • Alexander Schweigkofler (Facility Tirol)
  • Emilio Tonetta (FM Pool)
  • Giuliano Venturelli (Sistemi e Progetti)
  • Massimiliano Zurli (TOL)

DESTINATARI
Liberi professionisti, progettisti, tecnici del settore delle costruzioni, gestori e committenti di immobili pubblici e privati, imprese di manutenzione e fornitori di servizi per la gestione degli edifici pubblici e privati.

REQUISITI DI AMMISSIONE
Diploma o laurea ad indirizzo tecnico, o equivalente esperienza nella gestione di edifici o fornitura di servizi per la gestione di immobili pubblici e privati.

DURATA
4 unità per complessive 7,5 giornate (60 ore)

LUOGO DI SVOLGIMENTO
Bolzano – NOI Techpark

QUOTA DI ISCRIZIONE 950 €

LINGUA DEL CORSO Italiano

CREDITI FORMATIVI
Verranno richiesti i crediti formativi agli Ordini di competenza

INFORMAZIONI, ISCRIZIONE E TUTORING
Marco Cecchellero education@eurac.edu
Tel. +39 0471 055 444

Brochure

Qui una volta sarà tutta laguna.

Il catastrofismo gentile di Luca Mercalli (ascoltato ieri al convegno IDM sul piano d’azione bolzanino per rendere energeticamente a posto i condomini) ha un pregio. Si basa su dati talmente impressionanti e incontrovertibili che faccio fatica a pensare ad una tematica più facile da spiegare. E che è così immediatamente legata ad un nuovo definitivo cambio di business che è impossibile non vederlo davanti al proprio naso.

Perché purtroppo (a meno che non mi decido di darmi definitivamente allo yoga, ma non sono sicuro che i benefici possano essere così sorprendenti) molto probabilmente nel 2100 io non ci sarò e temo anche molti di Voi. Ma mi scoccia passare ai miei nipoti un globo a +4.C (questa è la direzione, altro che gli 1,5-2. C previsti a Parigi durante COP21). Che vuol dire che non solo queste simpatiche isolette Kiribati (vedi foto – attuale) di centomila abitanti in Oceania non ci saranno più,  o che i piani bassi dei grattacieli di Shanghai saranno sott’acqua, ma che il Veneto sarà tutta laguna. E questo penso che ai veneti interessi.

Come dice Mercalli, non è solo una questione etica, è una faccenda molto pratica, perché la specie umana non ha mai vissuto un +4.C ed è altamente probabile che farebbe una fatica ciclopica ad adattarsi. Ed ancora, è un presupposto talmente robusto per un diverso tipo di business, che mi domando spesso perché il mondo dell’economia (generalizzo) non lo capisca. Diversi potenziali clienti, quando ne parlo, mi guardano “come la mucca che vede passare un treno”; lo so, sono presi da altri problemi contingenti, ma se non è contingente questo??

Ma soprattutto perché non lo capisce la politica, che dovrebbe “per statuto” guardare lontano. Perché (altra informazione ribadita ieri) stiamo ancora investendo in Italia più sugli idrocarburi che sulle tecnologie e le fonti green. Quindi, di che cosa stiamo parlando?

Insomma, è davvero necessario un cambio di marcia, ma tosto, radicale, culturale. “La cultura non è la ciliegina sulla torta, la cultura è la torta” (Dipak Pant) hanno ricordato ieri. Parafrasando, “La sostenibilità non è la ciliegina sulla torta, la sostenibilità è la torta”. Per questo Living Building Challenge, l’unico protocollo/filosofia/approccio che realizza edifici a impatto ambientale nullo (sì); per questo progetti come RESTORE che puntano a provocare uno scatto nella consapevolezza europea sul tema dell’impatto delle costruzioni. Ok, questo finale era un piccolo spot, ma possiamo cambiare le cose, dai!

FACE goes international!

FACE | Façades Architecture Construction Engineering (3rd edition).
April – November 2018 | Applications are now open!

The FACEcamp project offers to a selected number of professionals a free of charge training program aimed at increasing the know-how of companies and freelance professionals operating in the field of complex technological building façades. The course aims to transfer to freelance professionals and technical staff of façade construction companies, concepts and innovative methods in the sector of complex technological façades.

The educational program has a complete structure regarding the covered topics, to provide innovative concepts, tools and methods, while stimulating the growth of local skills in the construction sector, increasingly subject to environmental and energy regulations.

The course is divided into 6 units, for a total of 15 days (120 hours).

Applications deadline: 4 March 2018

Language: English
Coordination: Carlo Battisti, IDM Südtirol – Alto Adige carlo.battisti@idm-suedtirol.com
Organisation: Marco Cecchellero, EURAC research education@eurac.edu

Further information and application instructions here.

FACEcamp è finanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale e Interreg V-A Italia – Austria 2014-2020.
FACEcamp ist durch den Europäischen Fonds für regionale Entwicklung und Interreg V-A Italien-Österreich 2014-2020 gefördert.
(cover photo: © IDM /A.Filz)

Under Construction. Atto finale.

Under Construction 2017-2018. Evento conclusivo.

Quando: venerdì 19 gennaio 2018, ore 13:30-17:00
Dove: NOI Techpark, aula SEM3
Indirizzo: Via A. Volta 13a, Bolzano
L’evento è gratuito, previa registrazione qui. Posti limitati.

Under Construction è un metodo sviluppato da IDM Südtirol Alto Adige e EURAC Research per facilitare il trasferimento tecnologico e l’innovazione, avvicinando ricerca e imprese.

Il tema centrale dell’edizione 2017-2018 è “Comfort e qualità dell’aria e dell’ambiente interno agli hotel”.

La sesta edizione di Under Construction mira a creare una collaborazione virtuosa tra hotel, aziende ed esperti sul tema del comfort all’interno dell’edificio.

Tre team di giovani tecnici, esperti sulle tematiche del comfort, hanno elaborato, assieme a un pool di imprese, proposte di progetti innovativi per incrementare il comfort di tre hotel altoatesini. Le imprese del pool, selezionate da IDM, hanno proposto soluzioni innovative, con un alto grado di efficienza e comfort, da integrare negli studi di fattibilità.

Nel workshop verrà illustrata la metodologia applicata nell’edizione 2017-2018 di Under Construction e verranno presentati i risultati del lavoro svolto dai team partecipanti nei tre hotel partner dell’iniziativa.

Destinatari
Albergatori, aziende, professionisti dell‘architettura e dell‘ingegneria, committenti pubblici e privati, centri di ricerca.

Programma

Per saperne di più (su Vertical Innovation):
Edilizia sostenibile e comfort: una call per aziende innovative (06.06.2017)
La sostenibile leggerezza del comfort (14.06.2017)
Il guru della sostenibilità: “Edilizia green: Alto Adige all’avanguardia nel mondo” (26.10.2017)
L’innovazione abita in hotel: architetti e ingegneri al lavoro per il benessere del turista (05.12.2017)

Under Construction ist eine Methode, die von IDM Südtirol und EURAC
Research gemeinsam entwickelt wurde, um den Technologie- und
Innovationstransfer zu begünstigen und so Forschung und Unternehmen zu
vereinen – Forschungsergebnisse werden direkt in Unternehmen umgesetzt.

Inhaltlicher Schwerpunkt von Under Construction 2017-2018 ist “Komfort
und Luftqualität in Innenräumen von Hotels”.

Die sechste Ausgabe von Under Construction zielt auf eine fruchtbare
Zusammenarbeit von Hotels, Unternehmen und Experten für
Innenraumqualität von Gebäuden ab.

Drei Teams bestehend aus jungen Experten für Komfortfragen haben
gemeinsam mit Unternehmen, die von IDM ausgewählt wurden, innovative
Lösungen mit einem hohen Grad an Effizienz und Komfort für drei Südtiroler
Hotels entwickelt, die in eine Machbarkeitsstudie eingebunden werden.

Im Workshop wird die Methodologie von Under Construction 2017-2018
erläutert und die von den Teams in den drei Partnerhotels ausgearbeiteten
Ergebnisse vorgestellt.

Zielgruppe
Hoteliers, Unternehmen, Architekten und Ingenieure, öffentliche und
private Auftraggeber, Forschungseinrichtungen.

Programm

Wann: Freitag 19. Januar 2018, 13:30-17:00 Uhr
Wo: NOI Techpark, SEM3 Saal
Adresse: A.-Volta-Straße 13A, Bozen
Die Teilnahme ist kostenlos, Anmeldung erforderlich. Begrenzte
Teilnehmerzahl. Anmeldung hier.
Veranstaltung in Italienischer Sprache ohne Simultanübersetzung.

Come ti appalto la facciata.

I risultati del progetto “Capitolato Prestazionale Facciate” in un articolo di EURAC per Elsevier.

Il Journal scientifico Sustainable Cities and Society di Elsevier ha pubblicato un articolo in versione Open Access, a firma Pascal Vullo, Alessio Passera e Roberto Lollini, ricercatori di Eurac Research di Bolzano, che apre la strada a un nuovo approccio nella redazione dei capitolati di facciate tecnologicamente complesse.

Lo studio nasce sulla scorta delle risultanze del progetto “Capitolato Prestazionale Facciate” svolto per conto della Ripartizione Edilizia e servizio tecnico della Provincia Autonoma di Bolzano, in collaborazione EURAC research (Istituto per le Energie Rinnovabili), IDM (Ecosystem Construction) e Università di Bolzano (Facoltà di Scienze e Tecnologie).

Questo lavoro rappresenta un possibile nuovo approccio per l’introduzione di criteri prestazionali sull’involucro, nella pianificazione e gestione degli appalti di progetti di edifici con facciate tecnologicamente complesse e fa da ponte per le attività per gli studi sulle prestazioni delle facciate che vengono svolte all’interno del progetto Interreg IT-AU FACEcamp.

Il titolo dell’articolo è “Implementation of a multi-criteria and performance-based procurement procedure for energy retrofitting of facades during early design”. Qui l’abstract e alcuni commenti nella news di GuidaFinestra e qui il collegamento con l’articolo su Sustainable Cities and Societies di Elsevier. Buona lettura 🙂

Per maggiori informazioni: carlo.battisti@idm-suedtirol.com

efnMOBILE 2.0 book

Enjoy the new efnMOBILE 2.0 book. It provides the European Facade Network (efn), its conferences and the connected professional community with a local platform for communication, exhibition, innovative development, and interaction.

It also includes an overview of the nine existing international European masters programs, that teach theoretical and practice-oriented skills of digital analysis-, design-, planning- and production methods and detailed overview of the latest technological developments in facades. The majority of them prepares for international projects in international markets. Therefore, teamwork and presentation skills have a fixed place in most curricula.

Our FACE | FAÇADES ARCHITECTURE CONSTRUCTION ENGINEERING training program organized in Bolzano by IDM South Tyrol and EURAC research in partnership with the Façades Working Group is one of these 9 programs. Stay tuned for the incoming new 3rd edition of FACE (2018).

   

facadeworld

///efnMOBIL 2.0 book 

Based on the experiences of efnMOBILE 1.0 the hands-on student workshop activities and exhibitions took place in different environments and locations encouraging new technologies and methodologies. Like efnMOBILE 1.0 the new workshop series efnMOBILE 2.0 provides the European Facade Network (efn), its conferences and the connected professional community with a local platform for communication, exhibition, innovative development, and interaction. efnMOBILE 2.0 is reaching out to be developed from a European communication and technology exchange instrument into an international tool to exchange with the global facade community.
All events of efnMOBILE 2.0 follow an overall theme: ‘Efficient Envelopes’. Focusing towards adaptive and transdisciplinary approaches to improve the building envelope’s thus the building’s performance through human-centered solutions in facade technology. The task is to inspire the upcoming generation of architects, designers, and engineers to allow themselves to follow uncharted paths of development, think outside the box, to build showcase…

View original post 339 altre parole