Archivi categoria: Market

QAES. Un progetto … di ampio respiro.

Kick-off la settimana scorsa di QAES (Qualità dell’Aria negli Edifici Scolastici), un progetto coordinato da IDM Südtirol – Alto Adige all’interno del Programma di Cooperazione Interreg V A “Italia – Svizzera 2014-2020”.

Scuola dell’infanzia di Funes (BZ) – foto Marco Pietracupa

Il progetto – espressione di una collaborazione Alto Adige & Ticino – punta a sviluppare la cultura tecnica per il miglioramento della qualità dell’aria (IAQ) nelle scuole. Prevede lo sviluppo di soluzioni tecnologiche a basso impatto architettonico e di un approccio metodologico per classificare, progettare, realizzare, misurare e gestire le condizioni IAQ. L’obiettivo generale quello di risolvere la problematica della scarsa qualità dell’aria negli edifici scolastici; gli studenti vi passano buona parte del loro tempo, tale qualità incide sulla salute e sulla capacità di apprendimento. I partner svilupperanno soluzioni e metodologie in cooperazione con imprese nell’area transfrontaliera: impiantisti di ventilazione meccanica, serramentisti, sistemisti di gestione (ICT), aziende produttrici e distributrici di materiali indoor, studi di progettazione focalizzati sull’IAQ.

Il progetto prevede campagne di misure (prima e dopo interventi dimostrativi di risanamento), oltre all’elaborazione di linee guida per la progettazione e gestione dell’IAQ nelle scuole, a supporto di progettisti, aziende realizzatrici, gestori delle opere e utenti. Gli impatti previsti sono un sensibile aumento delle occasioni imprenditoriali nell’area transfrontaliera e uno sviluppo del know-how sul miglioramento dell’IAQ negli edifici, in particolare nelle scuole. Grazie alla collaborazione transfrontaliera, sarà possibile analizzare e confrontare realtà diverse, per acquisire conoscenze finalizzate allo sviluppo normativo ed economico di questo settore.

L’idea di progetto, nata all’interno del Gruppo di Lavoro “Indoor Environmental Quality (IEQ)” coordinato da IDM, è stata successivamente sviluppata in una proposta selezionata tra i 18 vincitori (su 41 proposte presentate) dell’asse Asse I: Competitività delle imprese del bando Interreg IT-CH. Con questo programma lo Stato e le Amministrazioni italiane e svizzere confermano il ruolo strategico della cooperazione transfrontaliera quale punto nevralgico nelle politiche alpine sempre più orientate a promuovere forme virtuose di economia e migliorare la qualità della vita delle persone che abita in queste aree.

La partnership, giudicata dai valutatori come perfettamente bilanciata tra i due territori, comprende dal lato altoatesino IDM Südtirol – Alto Adige (beneficiario capofila), responsabile della gestione e della comunicazione del progetto e della fase di indagine preliminare, Provincia Autonoma Bolzano con il Laboratorio Analisi aria e radioprotezione (Misurazione e monitoraggio), EURAC Research – Istituto per le Energie Rinnovabili (Sviluppo e implementazione delle soluzioni), Agenzia per l’Energia Alto Adige – CasaClima e Comune di Bolzano. Ulteriori stakeholders dell’Alto Adige sono l’Ufficio Manutenzione opere edili e l’Intendenza scolastica, sempre della Provincia di Bolzano. Sul lato svizzero, la Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana (SUPSI) è il capofila di una compagine “duale” ticinese che comprende il Cantone Ticino – Sezione della logistica, l’Agenzia Minergie Svizzera italiana, il Municipio della Città di Bellinzona e il Comune di Mendrisio.

Harriton High School, foto KCBA Architects

I partner lavoreranno insieme per 3 anni con l’obiettivo generale di risolvere la problematica della scarsa qualità dell’aria negli edifici scolastici e gli obiettivi specifici di 1. creare e consolidare una competenza territoriale transfrontaliera tra le imprese su soluzioni – prodotti e servizi – per la qualità ambientale interna degli edifici; 2. aprire un mercato comune per le aziende del settore delle costruzioni nelle regioni coinvolte ed aumentarne la competitività sul mercato europeo, in particolare nelle aree di lingua tedesca; 3. migliorare i processi esistenti o creare nuovi processi per la risoluzione di una problematica generale comune ai due territori – qualità dell’aria interna alle scuole – e che ha implicazioni sociali, sanitarie, educative, economiche e politiche).

Il progettò è finanziato dal Programma di Cooperazione Interreg V A “Italia – Svizzera 2014-2020”.

Per ulteriori informazioni: carlo.battisti@idm-suedtirol.com

Carlo Battisti è project manager per il settore costruzioni presso il reparto Business Development di IDM Südtirol Alto Adige, per il quale fornisce servizi di consulenza per progetti R&S nell’ambito delle costruzioni, technology scouting verso centri di ricerca, sviluppo di prodotto nell’ambito delle costruzioni, oltre al coordinamento dei Gruppi di Lavoro “Indoor Environmental Quality (IEQ)” e “Facciate tecnologiche degli edifici”.

Declare. Your product.

Are you ready for the transparency revolution? Join us for the the Declare Europe launch event. 24 Jan 2019 at NOI Techpark.

 

The International Living Future Institute and the Living Building Challenge Collaborative: Italy are proud to invite you to

Your product. How do you achieve it?
Find healthy products for your next project at  
the Declare Europe launch event at
NOI Techpark, Via A. Volta, 13, 39100 Bolzano, Italy, Room SEM3.
January 24th, 2019 h 17:00-19:00

Featuring keynote speaker

AMANDA STURGEON,  International Living Future Institute CEO and author of Creating Biophilic Buildings

PROGRAM ita / deu / eng

17.00 Welcome & Introduction. Carlo Battisti, International Living Future Institute, European Executive Director

17.15 Stories of companies: how do they make it?

A story of true biobased-building: Geosana+ houseUlrich Pinter, Ton Gruppe, building-coach and Founder

Innovate. Naturally. How to create an eco-modular window Giovanni Toniato, Eurofinestra, Business Development  Manager

Healthy. Stable. Genuine. Natural wood floors for biophilic designGeorg Klampfer, Mafi, Senior Sales Manager

18.15  label launch in Europe.
Amanda Sturgeon, International Living Future Institute, CEO

18.45 Closing & Networking (drinks and snacks included)

Entrance is free but places are limited. Please register here.
This workshop has been approved for 2 LFA (Living Future Accredited professional) CEU hours. Languages: IT / EN / DE.

Flyer ita / deu / eng

La World Green Building Week del Collaborative.

La World Green Building Week (24 – 30 settembre 2018) è un evento annuale che motiva e dà a tutti noi la possibilità di realizzare edifici più ecologici.

La WGBW ci chiama tutti all’azione, per prendere provvedimenti e impegnarci a creare un cambiamento nelle case che costruiamo, affittiamo o nelle quali viviamo. Tutti noi possiamo fare qualcosa per rendere la nostra casa una casa più verde, più sana e più efficiente dal punto di vista energetico.

Sapevi che gli edifici, incluse le case in cui viviamo, rappresentano circa il 40% del consumo energetico globale? Questo è oltre un terzo delle emissioni mondiali di gas serra. Il consumo medio di elettricità globale per nucleo familiare è di 3.500 kWh – ovvero 2,6 tonnellate di CO2 o l’equivalente di 10.300 km percorsi da un’automobile media. Se tutti riducessimo il consumo del 20%, il risparmio energetico sarebbe pari a poco più di mezzo metro di CO2 per famiglia: equivalgono a 2.050 km di guida o 21,5 bombole di propano utilizzate per i barbecue casalinghi. Dai un’occhiata a questo pratico calcolatore e calcola la tua impronta di carbonio. Ti torna?

Tutti possono fare qualcosa per rendere la loro casa più verde. Non possiamo cambiare il mondo da un giorno all’altro, ma tutti possiamo fare la nostra parte, per quanto piccola sia all’inizio. Puoi risparmiare energia e denaro, creare uno spazio più sano in cui vivere e rendere il pianeta una casa più verde, migliore e più sicura per le generazioni a venire. È facile quando sai come.

Il Living Building Challenge Collaborative: Italy partecipa alla WGBW 2018 con due attività:

“Costruire il vivere in “green” out-indoor”, organizzato da Istituto Nazionale di Bioarchitettura (INBAR), con un’introduzione su Living Building Challenge di Francesco Perozzo, LBC Ambassador e membro del Collaborative.

Venerdì 28.09 ore 15-18
Sala Conferenze Basement
Via Giorgio Giulini, 6, Milano
Programma
L’evento sarà anche trasmesso in streaming sulla pagina Facebook di INBAR qui.

L’evento ha come obiettivo la diffusione al grande pubblico dei parametri e criteri legati alla costruzione edilizia a basso impatto sulla salute e sull’ambiente e intende spiegare queste problematiche grazie alla partecipazione di alcuni rappresentanti dei protocolli energetici ambientali più importanti, di professionisti esperti del settore e di aziende in linea con questi principi.

LBCCI Monthly meeting (la riunione mensile del Collaborative)

Il Living Building Challenge Collaborative: Italy (LBCC Italy) è un gruppo di professionisti locali volontari impegnati per la sostenibilità, la formazione e l’attuazione del Living Building Challenge. Il LBCC Italy fornisce un forum unico di confronto “dal vivo” per facilitare il cambiamento nell’ambiente costruito. LBC è lo standard di sostenibilità più avanzato al mondo. Mentre al momento ci sono pochi edifici certificati LBC, il numero di gruppi che sta cercando di realizzare in varie parti del mondo le condizioni del Living Building Challenge cresce ogni anno.

Mercoledì 26.09 ore 17:30-18:30
c/o ILFI, NOI Techpark (e in video conferenza)
Via Volta 13A, Bolzano
per informazioni: LBCCItaly@gmail.com

#HomeGreenHome #WGBW2018

Unisciti al movimento!

Per maggiori informazioni su World Green Building Week e su come partecipare, visita www.worldgbc.org/worldgreenbuildingweek

The 2019 Klimahouse Startup Award call is open!

A focus on innovation and people. Thirty-two startups from all over Europe at Klimahouse 2019.

“The Human Factor”: for the third edition of the Klimahouse Startup Award the call for participation is open until 5 November. The best technologies that bring together buildings, people and nature will compete for a prize worth €30,000. The manager of Fiera Bolzano, Thomas Mur, comments, “Building in harmony with nature is in the DNA of the people of South Tyrol.”

Thirty-two startups from all over Europe at the centre of Klimahouse 2019. Now at its third edition, the Klimahouse Startup Award grows threefold and dominates the central area of this European event dedicated to energy-efficient building. Hence, the Startup Village becomes a real centre of innovation at the Fiera Bolzano (Bolzano Trade Fair). The 4-day showcase will include themed meetings and matchmaking between startups, companies and strategic partners for the green startups of the future, which will see an increase from the 10 participating last year to 32 at the 2019 edition. The call for participation for the Award, which, this year, involves a total prize amount of €30,000 in services, is now officially open and startups can apply at the following link. The theme of this edition, scheduled from 23 to 26 January, will be “The Human Factor“: therefore, the focus will be on the consequences for people of technologies dedicated to smart building, smart living and the smart city. A new feature will be included: the prize awarded by the public, who will be called on to vote on the days of the event. Moreover, the special Agenzia CasaClima prize has been confirmed.

Thomas Mur, Director of Fiera Bolzano explains, “We want to give scope to innovation that focuses on people and especially on their habitat. Given the excellent response in recent years, we have decided to further expand the spaces provided. Building in harmony with nature is in the DNA of the people of South Tyrol: man and the environment play leading roles in our eco-system and, last year, the NOI (Nature of Innovation) Techpark opened, the first science park inspired by nature. It is a place where companies and research centres, startups and universities work together to build a better and sustainable future for everyone”. The scientific director of the event, Luca Barbieri, comments, “This edition will be increasingly international and well-attended. The Klimahouse Startup Award involves the partnership of leading business incubators in Central Europe, focusing on young entrepreneurs and well-established companies and thus creating a virtuous circle where ideas acquire shape and substance.  In this way, innovation proves to be what it should be: positive change based on people and their wellbeing.”

The 2019 edition of the award is promoted in collaboration with the International Living Future Institute, a non-governmental organisation founded in Seattle that is present in Europe with an office at NOI Techpark as of this year. Since 2006, it has been promoting Living Building Challenge, the strictest and most advanced standard certifying sustainability applied to buildings. As confirmation of the partnership, the CEO of the International Living Future Institute, Amanda Sturgeon, author of the book entitled Creating Biophilic Buildings, will make the opening address at the final of the Klimahouse Startup Award scheduled for 25 January. 

The Klimahouse Startup Award: the call for participation

The Klimahouse Startup Award 2019 is open to all startups operating in the following sectors: building, energy, services, IT and the IoT, provided that they apply to the field of energy-efficient and sustainable building. Startups are all companies based in the EU, established not before the year 2014, whose main activity strongly features innovation. Applications must be submitted by 6pm on 5 November 2018 using the form published at the address

http://www.fierabolzano.it/klimahouse/en/startup-award.htm

The participation fee is €999 + VAT: the full amount will be refunded to the ten startups selected for the final on 25 January. By 19 November 2018, a technical jury will select the 32 startups called to exhibit their services and products in Bolzano from 23 – 26 January 2019 at Klimahouse in the Startup Village in the Fiera Bolzano halls. Every day, several session pitches will be held to allow the participating startups to introduce themselves to the public at Klimahouse: during the first three days of the event, the technical panel of judges will select the ten startups to compete for the first prize during the final that will take place at NOI Techpark. The startup finalists will be judged by the panel on an elevator pitch and on a subsequent Q&A session. This year, for the first time, the public will also vote. Visitors and exhibitors will be able to assign a symbolic “Public Prize” by voting using the specific cards on the first three days of the event. Info: Klimahousestartupaward@klimahouse.it.

The total prize amount of the event, in services, is €30,000. The winner will have a fully set up stand, with additional services and hospitality, at the Klimahouse 2020 editions, advertising services in the catalogue and on the official website of the event, as well as 150 invitation vouchers, a visibility package with a press release and a video interview, all for the 2020 edition. In addition, the winner will be able to take part in ComoCasaClima scheduled to take place in Erba (CO), from 15 – 17 November 2019. The Klimahouse Startup Award is organised by Fiera di Bolzano, IDM Alto Adige-Südtirol and Blum.

FACE goes international!

FACE | Façades Architecture Construction Engineering (3rd edition).
April – November 2018 | Applications are now open!

The FACEcamp project offers to a selected number of professionals a free of charge training program aimed at increasing the know-how of companies and freelance professionals operating in the field of complex technological building façades. The course aims to transfer to freelance professionals and technical staff of façade construction companies, concepts and innovative methods in the sector of complex technological façades.

The educational program has a complete structure regarding the covered topics, to provide innovative concepts, tools and methods, while stimulating the growth of local skills in the construction sector, increasingly subject to environmental and energy regulations.

The course is divided into 6 units, for a total of 15 days (120 hours).

Applications deadline: 4 March 2018

Language: English
Coordination: Carlo Battisti, IDM Südtirol – Alto Adige carlo.battisti@idm-suedtirol.com
Organisation: Marco Cecchellero, EURAC research education@eurac.edu

Further information and application instructions here.

FACEcamp è finanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale e Interreg V-A Italia – Austria 2014-2020.
FACEcamp ist durch den Europäischen Fonds für regionale Entwicklung und Interreg V-A Italien-Österreich 2014-2020 gefördert.
(cover photo: © IDM /A.Filz)

Under Construction. Atto finale.

Under Construction 2017-2018. Evento conclusivo.

Quando: venerdì 19 gennaio 2018, ore 13:30-17:00
Dove: NOI Techpark, aula SEM3
Indirizzo: Via A. Volta 13a, Bolzano
L’evento è gratuito, previa registrazione qui. Posti limitati.

Under Construction è un metodo sviluppato da IDM Südtirol Alto Adige e EURAC Research per facilitare il trasferimento tecnologico e l’innovazione, avvicinando ricerca e imprese.

Il tema centrale dell’edizione 2017-2018 è “Comfort e qualità dell’aria e dell’ambiente interno agli hotel”.

La sesta edizione di Under Construction mira a creare una collaborazione virtuosa tra hotel, aziende ed esperti sul tema del comfort all’interno dell’edificio.

Tre team di giovani tecnici, esperti sulle tematiche del comfort, hanno elaborato, assieme a un pool di imprese, proposte di progetti innovativi per incrementare il comfort di tre hotel altoatesini. Le imprese del pool, selezionate da IDM, hanno proposto soluzioni innovative, con un alto grado di efficienza e comfort, da integrare negli studi di fattibilità.

Nel workshop verrà illustrata la metodologia applicata nell’edizione 2017-2018 di Under Construction e verranno presentati i risultati del lavoro svolto dai team partecipanti nei tre hotel partner dell’iniziativa.

Destinatari
Albergatori, aziende, professionisti dell‘architettura e dell‘ingegneria, committenti pubblici e privati, centri di ricerca.

Programma

Per saperne di più (su Vertical Innovation):
Edilizia sostenibile e comfort: una call per aziende innovative (06.06.2017)
La sostenibile leggerezza del comfort (14.06.2017)
Il guru della sostenibilità: “Edilizia green: Alto Adige all’avanguardia nel mondo” (26.10.2017)
L’innovazione abita in hotel: architetti e ingegneri al lavoro per il benessere del turista (05.12.2017)

Under Construction ist eine Methode, die von IDM Südtirol und EURAC
Research gemeinsam entwickelt wurde, um den Technologie- und
Innovationstransfer zu begünstigen und so Forschung und Unternehmen zu
vereinen – Forschungsergebnisse werden direkt in Unternehmen umgesetzt.

Inhaltlicher Schwerpunkt von Under Construction 2017-2018 ist “Komfort
und Luftqualität in Innenräumen von Hotels”.

Die sechste Ausgabe von Under Construction zielt auf eine fruchtbare
Zusammenarbeit von Hotels, Unternehmen und Experten für
Innenraumqualität von Gebäuden ab.

Drei Teams bestehend aus jungen Experten für Komfortfragen haben
gemeinsam mit Unternehmen, die von IDM ausgewählt wurden, innovative
Lösungen mit einem hohen Grad an Effizienz und Komfort für drei Südtiroler
Hotels entwickelt, die in eine Machbarkeitsstudie eingebunden werden.

Im Workshop wird die Methodologie von Under Construction 2017-2018
erläutert und die von den Teams in den drei Partnerhotels ausgearbeiteten
Ergebnisse vorgestellt.

Zielgruppe
Hoteliers, Unternehmen, Architekten und Ingenieure, öffentliche und
private Auftraggeber, Forschungseinrichtungen.

Programm

Wann: Freitag 19. Januar 2018, 13:30-17:00 Uhr
Wo: NOI Techpark, SEM3 Saal
Adresse: A.-Volta-Straße 13A, Bozen
Die Teilnahme ist kostenlos, Anmeldung erforderlich. Begrenzte
Teilnehmerzahl. Anmeldung hier.
Veranstaltung in Italienischer Sprache ohne Simultanübersetzung.

Come ti appalto la facciata.

I risultati del progetto “Capitolato Prestazionale Facciate” in un articolo di EURAC per Elsevier.

Il Journal scientifico Sustainable Cities and Society di Elsevier ha pubblicato un articolo in versione Open Access, a firma Pascal Vullo, Alessio Passera e Roberto Lollini, ricercatori di Eurac Research di Bolzano, che apre la strada a un nuovo approccio nella redazione dei capitolati di facciate tecnologicamente complesse.

Lo studio nasce sulla scorta delle risultanze del progetto “Capitolato Prestazionale Facciate” svolto per conto della Ripartizione Edilizia e servizio tecnico della Provincia Autonoma di Bolzano, in collaborazione EURAC research (Istituto per le Energie Rinnovabili), IDM (Ecosystem Construction) e Università di Bolzano (Facoltà di Scienze e Tecnologie).

Questo lavoro rappresenta un possibile nuovo approccio per l’introduzione di criteri prestazionali sull’involucro, nella pianificazione e gestione degli appalti di progetti di edifici con facciate tecnologicamente complesse e fa da ponte per le attività per gli studi sulle prestazioni delle facciate che vengono svolte all’interno del progetto Interreg IT-AU FACEcamp.

Il titolo dell’articolo è “Implementation of a multi-criteria and performance-based procurement procedure for energy retrofitting of facades during early design”. Qui l’abstract e alcuni commenti nella news di GuidaFinestra e qui il collegamento con l’articolo su Sustainable Cities and Societies di Elsevier. Buona lettura 🙂

Per maggiori informazioni: carlo.battisti@idm-suedtirol.com