Archivi categoria: Companies

ILFI a Klimahouse. La scelta per un Living Future.

Manca una settimana a Klimahouse 2019 (23-26 gennaio), la prima con la partecipazione dell’International Living Future Institute e con un’ospite da non perdere, Amanda Sturgeon, CEO dell’Istituto e autrice del libro “Creating biophilic buildings“. Volete seguire la traccia del Living Building Challenge nei quattro giorni di fiera? Ecco dove trovarci:

Il desk ILFI in Fiera.

Come partner principale del Klimahouse Startup Award, potete trovare l’International Living Future Institute al desk G-1 all’interno dello Startup Village, nella galleria tra i due padiglioni AB e CD, subito dopo l’ingresso visitatori, sulla sinistra. Nei quattro giorni di fiera 23-26.01 potrete trovare lì i volontari del Living Building Challenge Collaborative: Italy. Volete un biglietto di ingresso gratuito per la fiera? Scrivete a LBCCItaly@gmail.com

Amanda Sturgeon

Il congresso Klimahouse.

Giovedì 24.01 mattina, dalle ore 9, Amanda Sturgeon è la keynote speaker al Congresso, nella giornata dedicata agli “Smart materials” presso MEC – Meeting and Event Center (Fiera Bolzano). Per registrarsi all’evento, è necessario acquistare separatamente un biglietto dal sito della Fiera Bolzano qui. Come partner Fiera possiamo offrirvi uno sconto sul biglietto, scrivere a LBCCItaly@gmail.com

L’evento di lancio dell’etichetta Declare Europe.

Sempre giovedì 24.01, nel pomeriggio ore 17-19 non mancate la prima europea dell’etichetta di trasparenza per i prodotti Declare, dell’International Living Future Institute. Amanda Sturgeon presenterà il programma Declare, all’interno di un workshop con testimonianze di alcune aziende del settore che racconteranno come realizzano i loro prodotti. L’evento rientra nelle attività Living Future Europe, grazie alla sponsorizzazione dei partner globali Knauf Insulation, Elementa, Kingspan, Tarkett e HumanScale. L’evento conta inoltre sul supporto locale delle aziende Assmann (transformative sponsor) e Ton-Gruppe, Eurofinestra e Mafi (visionary sponsor). Per partecipare, richiedere il biglietto di ingresso gratuito qui. Programma: ita / deu / eng

Klimahouse Startup Award.

ILFI è main partner del Klimahouse Startup Award 2019. La finale, con la scelta del vincitore tra le 26 startup partecipanti si svolgerà venerdì 25.01 dalle ore 18:30 nello spazio NOISE del NOI Techpark. Amanda Sturgeon sarà la madrina di questo evento con un keynote speech. La partecipazione è aperta al pubblico.

Per maggiori informazioni sulle attività del LBC Collaborative: Italy scrivere a LBCCItaly@gmail.com.

Per informazioni sulle attività di ILFI a livello europeo (Living Future Europe) i contatti sono i seguenti:

International Living Future Institute
NOI Techpark, Voltastraße / Via Volta 13A  I-39100 Bozen / Bolzano
T/ +39 0471 1957067 M/ +39 338 4490565
carlo.battisti@living-future.org

 

 

Declare. Your product.

Are you ready for the transparency revolution? Join us for the the Declare Europe launch event. 24 Jan 2019 at NOI Techpark.

 

The International Living Future Institute and the Living Building Challenge Collaborative: Italy are proud to invite you to

Your product. How do you achieve it?
Find healthy products for your next project at  
the Declare Europe launch event at
NOI Techpark, Via A. Volta, 13, 39100 Bolzano, Italy, Room SEM3.
January 24th, 2019 h 17:00-19:00

Featuring keynote speaker

AMANDA STURGEON,  International Living Future Institute CEO and author of Creating Biophilic Buildings

PROGRAM ita / deu / eng

17.00 Welcome & Introduction. Carlo Battisti, International Living Future Institute, European Executive Director

17.15 Stories of companies: how do they make it?

A story of true biobased-building: Geosana+ houseUlrich Pinter, Ton Gruppe, building-coach and Founder

Innovate. Naturally. How to create an eco-modular window Giovanni Toniato, Eurofinestra, Business Development  Manager

Healthy. Stable. Genuine. Natural wood floors for biophilic designGeorg Klampfer, Mafi, Senior Sales Manager

18.15  label launch in Europe.
Amanda Sturgeon, International Living Future Institute, CEO

18.45 Closing & Networking (drinks and snacks included)

Entrance is free but places are limited. Please register here.
This workshop has been approved for 2 LFA (Living Future Accredited professional) CEU hours. Languages: IT / EN / DE.

Flyer ita / deu / eng

FACE3 | Final event

Interreg Italy-Austria FACEcamp project has offered a training course aimed at increasing the know-how of companies and freelance professionals operating in the field of complex technological building façades. The course aimed to transfer to freelance professionals and technical staff of construction companies, concepts and innovative methods in the sector of complex technological façades. The educational program had a complete structure regarding the covered topics, to provide innovative concepts, tools and methods, while stimulating the growth of local skills in the construction sector, increasingly subject to environmental and energy regulations.

The course was divided into 6 units, for a total of 15 days. It was characterized by a strong orientation to practice with the participation of experienced speakers, well-known for their skills in the field. All contents have been conceived and designed to address the main themes of concept, design, calculation, production, installation and maintenance of complex building facades. A study trip to Milan was organized to closely analyse significant examples of technological innovation in the field of façades.

We are inviting you to the final event with public presentations of the results, that will take place on Thursday, December 6th, h 10-17 at NOI Techpark, Bolzano (Italy). You can download the full program here.

Target group
Companies, architects, engineers, developers, owners, research centres.

Continuous Educational Units (CEUs)
Participation is valid for 5 CFP for architects, 4 CFP for periti industriali, 3 CFP for engineers.

Fee
Participation is free, upon registration here. Places are limited.

Event in English language without translation.


Program

10:00  Registration

10:30  Introduction. IDM Alto Adige – Südtirol, Ecosystem Construction

Façade design and construction. The hot spots.
Angelo Lucchini, full professor at Politecnico of Milan, ABC Department

The future of façades. The industry’s perspective.
Paolo Rigone, UNICMI, Technical Manager

FACE 3rd edition. Façade physics, technology, operations. The Project Works of the 3rd edition of the course:

11:00  The effect of dynamic selective shading devices and their potential in Northern Europe.
Jaap Aanhaanen, Cowi, responsible for facade projects

11:15  Adaptable Window system.
Giovanni Toniato, Eurofinestra, product developer

11:30  Energy retrofitting of two building typologies: apartment block and   individual house under conservation measures.
Jernej Markelj, AaJM+, freelance architect

11:45  Climate-adaptive building’s façade: digital workflow for façade construction.
Angelo Figliola, Unicam SAAD, architect and researcher

12:00  BIM for glazed facades production and installation phase.
Audrius Lukosius, Fasadglas Bäcklin, façade design manager

12:15  Desktop study of timber unitised curtain wall fire performance for high rise tower application.
Alessandro Massarotto, C&S Facades, cladding bid manager

12:30  A façade integrated, heat recovery, nearly passive ventilation unit.
Zuzana Prochazkova, Pich Architects, architect & R+D manager

12:45  BIM, BEM and AVA for solar shading system.
Reinhard Trojer, HELLA, technical department

13:00  Lunch break

14:00  New Tech Façade (NTF).
Federico Dal Cin, Studio FDC, owner & building envelope specialist

14:15  A design proposal for a building integrated solar thermal vertical collector   (BIST) working as a dynamic self-activated shading device.
Giulia Santoro, Arup Italia, façade engineer

14:30  Decision-making tool -optic (glazing) component for ME-climatic condition.
Aya Alayan, Navitas, façade engineer

14:45  One single model: structural glazing analysis for complex shape structures.
Marco Benedetti, Maffeis Engineering, façade and structural engineer

15:00  LCA Façade Configurator.
Matteo Giovanardi, Ai Group, freelance architect and energy modeler

15:15  Adaptive glaze façade for an office building in Rome.
Ornella Ferlito, Manens-Tifs, building physics specialist

15:30  Case study to create a company procedure of development and innovation on technical details.
Michele Realis Luc, Zanetti, project manager

15:45  Dependency of energy loads and operational costs of a typical office room on façade design choices.
Paolo Bonato, EURAC research, junior researcher

16:00  Jury final evaluation

16:30  Closing
Final certificates. Best Project Work special mention. Closing remarks.


funded by European Regional Development Fund and Interreg V-A Italy-Austria 2014-2020
finanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale e Interreg V-A Italia-Austria 2014-2020
gefördert durch den Europäischen Fonds für regionale Entwicklung und Interreg V-A Italien-Österreich 2014-2020

FACE goes international!

FACE | Façades Architecture Construction Engineering (3rd edition).
April – November 2018 | Applications are now open!

The FACEcamp project offers to a selected number of professionals a free of charge training program aimed at increasing the know-how of companies and freelance professionals operating in the field of complex technological building façades. The course aims to transfer to freelance professionals and technical staff of façade construction companies, concepts and innovative methods in the sector of complex technological façades.

The educational program has a complete structure regarding the covered topics, to provide innovative concepts, tools and methods, while stimulating the growth of local skills in the construction sector, increasingly subject to environmental and energy regulations.

The course is divided into 6 units, for a total of 15 days (120 hours).

Applications deadline: 4 March 2018

Language: English
Coordination: Carlo Battisti, IDM Südtirol – Alto Adige carlo.battisti@idm-suedtirol.com
Organisation: Marco Cecchellero, EURAC research education@eurac.edu

Further information and application instructions here.

FACEcamp è finanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale e Interreg V-A Italia – Austria 2014-2020.
FACEcamp ist durch den Europäischen Fonds für regionale Entwicklung und Interreg V-A Italien-Österreich 2014-2020 gefördert.
(cover photo: © IDM /A.Filz)

Under Construction. Atto finale.

Under Construction 2017-2018. Evento conclusivo.

Quando: venerdì 19 gennaio 2018, ore 13:30-17:00
Dove: NOI Techpark, aula SEM3
Indirizzo: Via A. Volta 13a, Bolzano
L’evento è gratuito, previa registrazione qui. Posti limitati.

Under Construction è un metodo sviluppato da IDM Südtirol Alto Adige e EURAC Research per facilitare il trasferimento tecnologico e l’innovazione, avvicinando ricerca e imprese.

Il tema centrale dell’edizione 2017-2018 è “Comfort e qualità dell’aria e dell’ambiente interno agli hotel”.

La sesta edizione di Under Construction mira a creare una collaborazione virtuosa tra hotel, aziende ed esperti sul tema del comfort all’interno dell’edificio.

Tre team di giovani tecnici, esperti sulle tematiche del comfort, hanno elaborato, assieme a un pool di imprese, proposte di progetti innovativi per incrementare il comfort di tre hotel altoatesini. Le imprese del pool, selezionate da IDM, hanno proposto soluzioni innovative, con un alto grado di efficienza e comfort, da integrare negli studi di fattibilità.

Nel workshop verrà illustrata la metodologia applicata nell’edizione 2017-2018 di Under Construction e verranno presentati i risultati del lavoro svolto dai team partecipanti nei tre hotel partner dell’iniziativa.

Destinatari
Albergatori, aziende, professionisti dell‘architettura e dell‘ingegneria, committenti pubblici e privati, centri di ricerca.

Programma

Per saperne di più (su Vertical Innovation):
Edilizia sostenibile e comfort: una call per aziende innovative (06.06.2017)
La sostenibile leggerezza del comfort (14.06.2017)
Il guru della sostenibilità: “Edilizia green: Alto Adige all’avanguardia nel mondo” (26.10.2017)
L’innovazione abita in hotel: architetti e ingegneri al lavoro per il benessere del turista (05.12.2017)

Under Construction ist eine Methode, die von IDM Südtirol und EURAC
Research gemeinsam entwickelt wurde, um den Technologie- und
Innovationstransfer zu begünstigen und so Forschung und Unternehmen zu
vereinen – Forschungsergebnisse werden direkt in Unternehmen umgesetzt.

Inhaltlicher Schwerpunkt von Under Construction 2017-2018 ist “Komfort
und Luftqualität in Innenräumen von Hotels”.

Die sechste Ausgabe von Under Construction zielt auf eine fruchtbare
Zusammenarbeit von Hotels, Unternehmen und Experten für
Innenraumqualität von Gebäuden ab.

Drei Teams bestehend aus jungen Experten für Komfortfragen haben
gemeinsam mit Unternehmen, die von IDM ausgewählt wurden, innovative
Lösungen mit einem hohen Grad an Effizienz und Komfort für drei Südtiroler
Hotels entwickelt, die in eine Machbarkeitsstudie eingebunden werden.

Im Workshop wird die Methodologie von Under Construction 2017-2018
erläutert und die von den Teams in den drei Partnerhotels ausgearbeiteten
Ergebnisse vorgestellt.

Zielgruppe
Hoteliers, Unternehmen, Architekten und Ingenieure, öffentliche und
private Auftraggeber, Forschungseinrichtungen.

Programm

Wann: Freitag 19. Januar 2018, 13:30-17:00 Uhr
Wo: NOI Techpark, SEM3 Saal
Adresse: A.-Volta-Straße 13A, Bozen
Die Teilnahme ist kostenlos, Anmeldung erforderlich. Begrenzte
Teilnehmerzahl. Anmeldung hier.
Veranstaltung in Italienischer Sprache ohne Simultanübersetzung.

The nature of innovation.

NOI ci siamo!
Open Day al parco tecnologico: scoprire l’innovazione altoatesina il 21 ottobre.

Toccare con mano la scienza e scoprire come una fabbrica abbandonata si è trasformata in una fucina di idee all’avanguardia: tutto questo sarà possibile sabato 21 ottobre dalle 10 alle 18 al NOI Techpark. Il parco tecnologico dell’Alto Adige in Via Volta a Bolzano apre le proprie porte a tutti. Oltre a visite guidate e incontri coi ricercatori, non mancheranno intrattenimento a tema per i bambini e degustazioni.

Capire cosa può fare un sole artificiale, immergersi in prima persona nella realtà virtuale, calcolare il proprio impatto ambientale sulla Terra, scoprire il software per il riconoscimento delle espressioni facciali: tutto questo sarà possibile nelle sedi dei centri di ricerca ospitati al NOI Techpark. Il programma degli incontri coi ricercatori è disponibile online sul sito www.noi.bz.it e verrà distribuito ai visitatori il 21 stesso.

Per scoprire nel dettaglio i locali dell’edificio appena inaugurato, ogni ora la Business Location Südtirol (BLS), responsabile per la costruzione del parco tecnologico, condurrà delle visite guidate. Naturalmente sarà anche possibile visitare il NOI Techpark autonomamente lungo un percorso che attraversa tutta l’area. Alle 11.30 e alle 16 si potrà ascoltare dalla viva voce dell’architetto Claudio Lucchin la sua avventura di ripensare e dare così nuova vita all’area della fabbrica su cui si è sviluppato il parco tecnologico, l’Ex-Alumix. Inoltre IDM Alto Adige, che gestisce il parco tecnologico, presenterà un video-tour del NOI Techpark girato con un drone e un’installazione artistica sulla storia dell’Ex-Alumix. Un altro highlight della giornata sarà l’esposizione dei ritratti dei lavoratori del cantiere scattati dal fotografo altoatesino Ivo Corrà.

I buongustai potranno poi soddisfare il proprio palato alla Noisteria, dove sarà possibile degustare prodotti tipici altoatesini. Non mancherà l’intrattenimento per i più piccoli, sempre all’insegna della tecnologia: tutto il giorno potranno infatti fare piccoli esperimenti, giochi creativi e lavoretti manuali. Per arrivare al NOI Techpark in modo “green”, oltre alla bicicletta, il 21 ottobre in via eccezionale la SASA farà circolare la linea 18 che normalmente è attiva solo durante i giorni feriali.

Il programma completo è disponibile sul sito https://noi.bz.it/it/novita/events/noi-ci-siamo [Comunicato stampa IDM – Foto © IDM/Ivo Corrà]

Aus Alt wird NOI.
Innovation made in Südtirol erleben beim Open Day im Technologiepark am 21. Oktober.

Wissenschaft zum Anfassen: Am Samstag, dem 21. Oktober öffnet der NOI Techpark in der Voltastraße in Bozen von 10 bis 18 Uhr seine Tore für die Öffentlichkeit. Besucher können entdecken, wie eine ehemalige Fabrik in ein Forschungszentrum für zukunftsweisende Ideen verwandelt wurde. Neben Führungen und Begegnungen mit Forschern bietet Südtirols Technologiepark an diesem Tag auch Verkostungen und ein Unterhaltungsprogramm für Kinder.

Den eigenen ökologischen Fußabdruck berechnen, eine Software für die automatische Mimik-Erkennung testen oder verstehen, wozu man eine künstliche Sonne braucht – all das und noch mehr kann man am kommenden Samstag im NOI Techpark entdecken und ausprobieren. Das gesamte Programm des Open Day im NOI Techpark kann auf der Website www.noi.bz.it eingesehen werden.

Für die Entdeckungsreise durch die Räume des neu eröffneten Technologieparks bietet die Business Location Südtirol (BLS), die für den Bau des NOI Techpark verantwortlich zeichnet, stündlich geführte Besichtigungen an. Selbstverständlich können Besucher sich im Techpark auf Innovationskurs begeben und den Technologiepark auch auf eigene Faust entdecken. Um 11.30 und um 16 Uhr wird Architekt Claudio Lucchin über die Herausforderungen der Neugestaltung und Wiederbelebung des Ex-Alumix-Fabrikgeländes berichten, auf dem der NOI Techpark entstanden ist. Der Betreiber des Technologieparks, IDM Südtirol, präsentiert eine mit einer Drohne gedrehte Videotour durch den Park und eine künstlerische Auseinandersetzung mit der Geschichte der ehemaligen Alumix-Fabrik. Ein weiteres Highlight ist die Ausstellung des Südtiroler Fotografen Ivo Corrà, der die Bauarbeiter während der Bauphase porträtiert hat.

In der Noisteria können Südtiroler Spezialitäten verkostet werden. Auf die kleinen Besucher wartet den ganzen Tag über ein buntes Unterhaltungsangebot rund um das Thema Technik: Geboten werden kleine Experimente, kreative Spiele und Bastelarbeiten. Weil NOI für Nature of Innovation steht, werden die Gäste des Open Day gebeten, mit dem Fahrrad oder der NOI-Buslinie 18 anzureisen. Sollte dies nicht möglich sein, sollten Fahrgemeinschaften gebildet oder andere nachhaltige Mobilitätskonzepte genutzt werden. Das vollständige Programm steht auf der Website https://noi.bz.it/de/noiigkeiten/termine/aus-alt-wird-noi bereit [Pressemitteilung IDM – Foto © IDM/Ivo Corrà]

Chi ha detto che nelle costruzioni non si innova ?!

L’innovazione è considerata una chiave fondamentale per il successo aziendale. Tra il 2012 e il 2014 sono state 908 le imprese altoatesine con 10 o più addetti che hanno svolto attività di innovazione (anche chiamate imprese innovative). Tale cifra è pari al 44,2% dell’universo considerato (2.053 imprese). Vengono considerate imprese con attività innovative tutte le imprese che hanno dichiarato di aver introdotto innovazioni di prodotto, servizio o processo oppure svolto attività finalizzate all’introduzione di tali innovazioni. Vengono inoltre incluse in tale definizione anche le imprese con attività che implicano innovazioni di tipo organizzativo e di marketing. Delle imprese considerate, 630 (30,7%) hanno introdotto almeno un nuovo prodotto, un nuovo servizio o un nuovo processo produttivo o intrapreso attività innovative e quindi si possono definire imprese innovatrici.

È quello che si evince dal notiziario ASTAT “Innovazione nelle imprese 2012-2014” pubblicato l’01.06.2017. Nel triennio 2012-2014 il 30,7% delle imprese altoatesine con almeno 10 addetti ha introdotto sul mercato o nel proprio processo produttivo almeno un’innovazione, o ha avviato un’attività di innovazione. Nel 2014 la spesa complessivamente sostenuta dalle imprese locali per le attività innovative è pari a 199 milioni di euro, che corrisponde in media all’1,7% del fatturato registrato nello stesso anno e a 4.550 euro per addetto.

Il settore delle costruzioni non se la passa poi così male con l’innovazione, con il 18,6% di imprese innovatrici. La percentuale invece di imprese con innovazioni organizzative o innovazioni di marketing nello stesso settore è pure del 18,6%. Le costruzioni prevalgono addirittura se si considerano solo le imprese che hanno introdotto innovazioni di prodotto, servizio o processo. A livello provinciale, come anche a livello nazionale, emerge chiaramente la tendenza delle imprese innovatrici ad innovare sia i prodotti (o servizi) che i processi di produzione. Il 47,3 % delle imprese delle costruzioni ha scelto questo tipo di innovazione congiunta.

Osservando la suddivisione della spesa nei settori economici si nota che, mentre per l’Industria in senso stretto la spesa più rilevante si riferisce alla spesa per la R&S intra-muros (50,6%), per le Costruzioni è più consistente l’esborso per l’acquisto di macchinari e impianti innovativi (50,9%).

Nel triennio 2012-2014 il 44,7% delle imprese innovatrici altoatesine ha dichiarato di aver beneficiato di un finanziamento pubblico per l’innovazione, proveniente soprattutto da amministrazioni locali o regionali (40,6%). Il settore in cui le imprese ricevono maggiori sovvenzioni risulta quello dell’Industria in senso stretto, con il 59,0% di imprese beneficiarie. Seguono le imprese attive nelle Costruzioni (43,4%).

Interessante è il dato sulla cooperazione per l’innovazione. I partner preferiti sono stati i fornitori di attrezzature, materiali, componenti o software (51,1%), seguiti da consulenti, istituti di ricerca o laboratori privati (scelti dal 42,6% delle imprese cooperanti). Il 28,0% si è affidato alla cooperazione con imprese concorrenti, il 26,8% ha collaborato con altre imprese appartenenti allo stesso gruppo, mentre il 17,1% ha stretto delle partnership con i propri clienti. (L’approccio all’innovazione attraverso i gruppi di lavoro di IDM pare quindi coerente in questo senso).

Assolutamente incoraggiante infine, a mio avviso, il dato sull’efficacia dell’innovazione. Nel 2014 in Alto Adige il fatturato delle imprese innovatrici derivante dalla vendita di prodotti e servizi nuovi (sia per l’impresa sia per il mercato) ammonta al 18,5% del loro fatturato totale. Sia questo risultato che quello precedente sulla cooperazione sono 4-5 punti % superiori alle medie nazionali. L’incidenza nel fatturato dei prodotti-servizi nuovi per il settore delle Costruzioni è del 12,1%. Considerando anche la quota di fatturato che si investe in innovazione – per il settore delle costruzioni – a fronte di un investimento dello 0,9% di fatturato in innovazione, si ha un ritorno economico, derivante dai nuovi prodotti, pari al 17,6% del volume d’affari (!).

Maggiori dettagli qui nel notiziario ASTAT.