Archivi tag: Barcelona

Non può finire così.

Elogio della rimonta.

Se la partita tra Barcelona e Paris Saint-Germain di mercoledì scorso è già diventata uno spartiacque nella storia del calcio, e dello sport in generale, lo è perché nessun allenatore, nessun giocatore, nessun tifoso ora penserà più alle 185 volte in cui il tentativo di rimonta di una squadra di calcio sotto 4-0 nella gara d’andata in una competizione europea è miseramente fallito. No – penserà – loro ce l’hanno fatta, quindi è possibile. Un taglio così netto nella storia, un bivio dove nulla sarà più come prima, come lo racconta bene Marco Imarisio nell’articolo del Corriere della Sera del 10.03.2017, che potete leggere qui.

E’ l’epica di una rimonta (la “remuntada”) e di un sacrificio, quello della squadra della capitale francese, atterrata a Barcelona per difendere un tranquillo vantaggio di quattro goal, dove ogni personaggio ha un ruolo ben definito: il giovane eroe che diventa adulto e prende per mano la squadra (Neymar) in un virtuale passaggio di consegne dal fratello maggiore (Messi, 30 anni e cinque di più del talento brasiliano), la vittima sacrificale (l’allenatore basco del Paris St. Germain, Unai Emery Etxegoien, peraltro brillante vincitore di tre Europa League consecutive con il Siviglia), l’uomo baciato dal destino (Sergi Roberto), il difensore catalano che al 50’ si allunga per trasferire alle spalle di Kevin Trapp – altro personaggio omerico – l’assist col “contagiri” di Neymar, l’infido Luis Suárez, pronto a pugnalarti alle spalle, il cascatore che propizia il rigore al 46’, l’incredulo allenatore del Barça (il già plurivittorioso, come giocatore e come coach, Luis Enrique). Ogni sguardo, ogni espressione, è funzionale alla storia e contiene già il suo esito, in un progredire dove anche il tempo sembra assumere una dimensione dilatata. A tre minuti (è l’87simo) dal termine del tempo regolamentare, lontani tre goal (un quantitativo impossibile) dalla vittoria, prima di quella punizione incernierata nel sette della porta francese, è solo nello sguardo di Neymar che cogliamo un destino già scritto. Neymar (43′), ancora Neymar (46′, su rigore – l’arbitro sembra pensare “Lo fischio. Tanto, anche se lo segnano, vuoi che facciano anche il sesto??”), Sergi Roberto (50′). Barcelona, Més que un Club.

La smorfia di Unai Emery tradisce un’ansia ingiustificata. Gli avversari devono recuperare tre goal in tre minuti più recupero. Impensabile, basterebbe recuperare la palla e trattenerla per far scorrere il tempo.

A tre minuti dalla fine, Gerard Piqué è stanco. Non immagina gli 8 minuti che lo aspettano.

Il volto di Kevin Trapp denota una stanchezza da tensione, che è 20% fisica e 80% mentale. Dispone la barriera dove è sicuro che Neymar non passerà. Osserverà la traiettoria insieme a tutto lo stadio.

Neymar. Il fanciullo è diventato adulto. Ha preso in mano la squadra procurandosi la punizione. In pochi minuti saranno un goal su punizione, uno su rigore e un assist per la rete della vittoria. Focalizzato.

Lo sguardo di Luis Enrique dopo il 4° goal del Barca. L’allenatore approva l’impegno della squadra ma non sembra chiedere al destino più di questo.

Luis Suárez, un cascatore insuperabile. La pugnalata dell’uruguaiano arriva puntuale quando serve.

Lo sguardo grave di Lionel Messi, a 1′ dalla fine. La barba dell’argentino pare un indice della raggiunta maturità calcistica.

L’allungo di Sergi Roberto per il 6-1, a 21 secondi dalla fine. Lo stadio attende un millesimo di secondo, poi l’esplosione verrà registrata anche dai sismografi.

Ecco altre grandi rimonte memorabili …

La rimonta è quando vedi la morte e recuperi la vita” [Sir Alex Ferguson]. Perché non dobbiamo smettere di crederci.

Un volo nella Sagrada Familia.

A flight in the Sagrada Familia. Ein Flug in der Sagrada Familia.

2013_09_06 immagine 02Albert Brown e Luis Caldevilla, nell’aprile del 2012, hanno avuto accesso alla  Sagrada Família, invitati dal Direttore dei lavori D. Xavier Miralles e hanno  filmato la basilica con un drone e utilizzando la tecnica del time-lapse. Il  risultato è il video seguente, con riprese effettuate da un mini-elicottero senza  pilota, che vola grazie a otto rotori. Un video splendido accompagnato dalle note di Ludovico Einaudi (‘In a time lapse‘, non a caso…) che lascerà a bocca aperta chi ama la Sagrada, Barcelona, Gaudí e l’architettura in genere.

2013_09_06 immagine 01

La Sagrada Família 100 anni fa

La Sagrada Família (vedi anche il sito web dedicato) è una grande basilica cattolica (minore), tuttora in costruzione, capolavoro dell’architetto Antoni Gaudí, massimo esponente del modernismo catalano. Secondo i dati del 2011 è il monumento più visitato in Spagna, con 3,2 milioni di visitatori. I lavori iniziarono nel 1882 sotto il regno di Alfonso XII di Spagna. L’edificio venne iniziato in stile neogotico, ma quando Gaudí subentrò come progettista dell’opera nel 1883, all’età di 31 anni, la ridisegnò completamente. Per il resto della propria vita Gaudí lavorò alla chiesa, dedicandovi interamente gli ultimi 15 anni. Secondo l’auspicio del comitato promotore l’opera potrebbe essere completata, nella migliore delle ipotesi, per il 2032, a 150 anni dalla posa della prima pietra,tuttavia il procedere dei lavori è discontinuo e dipende in larga parte dall’afflusso delle donazioni. Queste le parole di Gaudí al riguardo “No hay que lamentar que yo no pueda terminar el templo. Yo me haré viejo, pero otros vendrán detrás de mi. Lo que hay que conservar siempre es el espíritu de la obra, pero su vida tiene que depender de las generaciones que se la transmiten y con las que vive y se encarna.” Oggi il cantiere è stimato al 65% della sua costruzione.

2013_09_06 immagine 03Antoni Gaudí i Cornet (25 June 1852 – 10 June 1926) was a Spanish Catalan architect born in Reus, in the Catalonia region and leader of Catalan Modernism. Gaudí’s works reflect his highly individual and distinctive style and are largely concentrated in the Catalan capital of Barcelona, notably his magnum opus, the Sagrada Família. Much of Gaudí’s work was marked by his big passions in life: architecture, nature, religion. Gaudí studied every detail of his creations, integrating into his architecture a series of crafts in which he was skilled: ceramics, stained glass, wrought ironwork forging and carpentry. He introduced new techniques in the treatment of materials, such as trencadís, made of waste

Le mie immagini della Sagrada, esattamente 10 anni fa …

2013_09_06 immagine 06 2013_09_06 immagine 05

La fotografia time-lapse, da ‘time’ (tempo) e ‘lapse’ (intervallo), quindi fotografia ad intervallo di tempo, è una tecnica cinematografica nella quale la frequenza di cattura di ogni fotogramma è molto inferiore a quella di riproduzione. A causa di questa differenza, la proiezione con un frame rate standard di 24 fps (fotogrammi per secondo) fa sì che il tempo, nel filmato, sembri scorrere più velocemente del normale [Wikipedia].

Il drone (aeromobile a pilotaggio remoto o APR o drone), è un velivolo caratterizzato dall’assenza del pilota umano a bordo. Il suo volo è controllato dal computer a bordo del velivolo, sotto il controllo remoto di un navigatore o pilota, sul terreno o in un altro veicolo. L’inclusione del termine aeromobile sottolinea che, indipendentemente dalla posizione del pilota e/o dell’equipaggio di volo, le operazioni devono rispettare le stesse regole e le procedure degli aerei con pilota ed equipaggio di volo a bordo [Wikipedia].